Scopri Unoenergy

Mobilità elettrica

Cosa sapere sul trasloco delle utenze di luce e gas

Trasloco delle utenze di luce e gas: cosa fare?

Cambiare casa è una grandissima emozione. Ci si prepara ad entrare in una nuova abitazione e, spesso, equivale ad un vero e proprio cambio di vita. Tra gli scatoloni da preparare e le ditte per il  trasloco da contattare c’è un elemento che non possiamo dimenticare: il trasloco delle utenze di luce e gas.

Entrare in una casa nuova senza luce o gas è un problema e per questo motivo è importante prepararsi per tempo e risolvere tutte le questioni burocratiche il prima possibile. Gli allacci di luce, gas e acqua vanno eseguiti, infatti, prima di effettuare il trasloco vero e proprio e, per aiutarvi, il team di Unoenergy ha stilato questa rapida ed efficace guida pratica sulle cose da fare per attivare luce e gas nella casa nuova

Trasloco gas e luce in una nuova casa: il check dei contatori

Il primo step da fare è controllare lo stato dei contatori di luce e gas perché, a seconda delle loro condizioni, le operazioni da affrontare sono diverse. 

  • Voltura: è il caso più semplice in quanto i contatori ci sono e sono attivi. Occorre però effettuare il cambio di intestatario dei contratti di luce e gas.
  • Subentro: si può effettuare questa operazione se i contatori sono presenti, erano attivi, ma sono stati disattivati momentaneamente. 
  • Allaccio: il contatore non è presente. Va installato e attivato. Questo caso è relativo all’allaccio delle utenze in una nuova costruzione. Molto probabilmente in una casa di nuova realizzazione i contatori sono stati predisposti, ma non sono collegati alla rete.
  • Prima Attivazione: in questo caso i contatori sono presenti, ma non sono mai stati utilizzati e attivati prima del vostro arrivo.

Voltura: come fare il cambio nominativo della bolletta del gas e della luce

In questo caso specifico si prende possesso delle utenze di luce e gas che erano state attivate dai precedenti inquilini della vostra nuova abitazione. Questa è l’operazione più semplice in assoluto perché occorre solo cambiare l’intestatario dell’utenza. Ricordatevi che, sebbene non vi sia interruzione della fornitura, questo implica anche mantenere l’offerta e la tipologia di contratto che era stata stipulata in precedenza

Trasloco luce e gas con il subentro

Se state per entrare in una casa che era stata precedentemente abitata e gli ex inquilini hanno già dato una regolare disdetta dovrete effettuare il subentro. Praticamente si va a riattivare il contatore della luce e quello del gas, cambiando solamente i nomi degli intestatari e stipulando un nuovo contratto di fornitura con l’operatore  e soprattutto con l’offerta luce e gas più conveniente per voi .

Allaccio delle utenze in una casa nuova

Come abbiamo visto prima, l’allaccio delle utenze di luce e gas in una casa nuova, appena costruita o in un’abitazione che non ha mai avuto inquilini avviene quando il contatore non è presente. In questo caso bisogna richiedere l’installazione da zero del contatore e, successivamente, l’allaccio alla rete di distribuzione di gas e luce chiedendo alla società che avete prescelto di attivare poi anche la fornitura con l’offerta da voi selezionata. I costi di questa operazione variano a seconda della difficoltà eventuale nell’installazione del contatore mentre per le tempistiche dovete considerare un massimo di circa 3 mesi. 

Attivazione gas ed energia elettrica nella nuova abitazione

Se nella vostra nuova casa si trovano i contatori di luce e gas, ma non erano mai stati attivati prima, è necessario procedere con la richiesta, al fornitore, dell’attivazione delle utenze. Specificando che si tratta, ovviamente, di una prima attivazione

I tempi di attesa per l’attivazione dell’energia elettrica sono di circa una settimana mentre, per l’attivazione del gas potrebbero servire fino a tre mesi quindi, anche in questo caso, è importante muoversi per tempo. Il tutto senza dimenticare che occorrono dei documenti:

  • I dati anagrafici della persona che si intesterà il contratto di luce e gas con i relativi contatti telefonici o di posta elettronica
  • L’indirizzo
  • Il codice POD e il PDR
  • Il contratto
  • La categoria e il tipo di utilizzo delle utenze

Queste che abbiamo visto sono dunque le varie possibilità da affrontare in caso di trasloco delle utenze di luce e gas o di attivazione di una nuova fornitura al momento dell’ingresso in una nuova abitazione. Ovviamente, qualsiasi dubbio o perplessità in merito non esitate a contattare il team di Unoenergy che è sempre a vostra disposizione per aiutarvi passo dopo passo.

CERCHI UNA SOLUZIONE PERSONALIZZATA?

Parla con un nostro consulente

Troveremo insieme l'offerta che si adatta meglio alle tue esigenze.